TRACCIA N.1 (PENALE)

Livello difficoltà    ★★✩✩✩

Minaccia: è aggravata dall’uso delle armi se viene rivolta da un invalido che brandisce la propria stampella, agitandola in aria?

Tizio, persona affetta da problemi di deambulazione, riusciva a camminare grazie all’utilizzo di una stampella.

Il medesimo mentre si recava presso l’ipermercato situato sotto la propria abitazione, aveva un diverbio con Caio, il quale aveva parcheggiato la propria autovettura in maniera tale da rendere difficoltoso il passaggio pedonale.

Dunque, Tizio adirato, lo minacciava violentemente ed al contempo brandiva la stampella contro di lui, agitandola in aria.

Quindi, Caio, impaurito, proponeva regolare denuncia/querela alle autorità competenti.

Tizio, venutone a conoscenza, si reca dal proprio legale di fiducia per essere reso edotto in ordine alle possibili conseguenze penali della propria condotta.

Il candidato, assunte le vesti dell’avvocato di Tizio, rediga parere motivato individuando la questione giuridica sottesa al caso in esame.

SOLUZIONE SOMMARIA

Si deve, in primo luogo, precisare che ai fini dell’integrazione del reato di minaccia non è necessario che la prospettazione intimidisca, effettivamente, il soggetto passivo.

Invero, è sufficiente che la condotta posta in essere dell’agente, in relazione alla situazione contingente, sia potenzialmente idonea ad incidere sulla libertà morale della vittima.

Inoltre, ai fini della configurabilità del reato, appaiono irrilevanti le condizioni di salute dell’agente, anche nel caso in cui siano inconciliabili con l’attuazione del male minacciato e comunque tali da non incutere turbamento nella vittima.

Ciò posto, la minaccia che Tizio ha rivolto a Caio potrebbe ritenersi grave ai sensi dell’articolo 339 c.p., perché commessa con l’uso di uno strumento atto ad offendere (una stampella).

Al riguardo, secondo la costante interpretazione della giurisprudenza, per armi vanno intese non solo quelle proprie, ma anche quelle improprie, ovvero gli strumenti atti ad offendere, dei quali è vietato l’uso in modo assoluto, ovvero senza giustificato motivo.

Pertanto, deve essere compreso nelle armi improprie qualsiasi altro strumento, non considerato espressamente come arma da punta o da taglio chiaramente utilizzabile, per le circostanze di tempo e di luogo, per l’offesa alla persona.

È, quindi, fuori dubbio che anche oggetti comuni possono essere qualificati come armi improprie ai sensi dell’articolo 339 c.p., comma 1, quando, in un contesto aggressivo, possano essere utilizzati come mezzi di offesa alla persona e, come tali, siano stati impiegati, anche se solo per minacciare.

In sostanza, la circostanza aggravante dell’uso di uno strumento atto ad offendere si configura nel caso in cui la condotta lesiva sia in concreto realizzata adoperando qualsiasi oggetto, anche di uso comune, privo di apparente idoneità all’offesa.

Alla luce di quanto esposto, si deve ritenere che, nel caso in esame, Tizio abbia posto in essere il reato di minaccia aggravato dall’uso delle armi in quanto il medesimo ha rivolto a Caio espressioni minacciose brandendo la propria stampella.

******************************

Vuoi superare l’esame di abilitazione ed apprendere un metodo logico-giuridico che ti permetta di redigere correttamente gli atti ed i pareri?

  • Iscriviti al corso di preparazione intensivo “Iuris et de iure”.
  • Le correzioni personalizzate di atti e pareri ti aiuteranno a migliorare il linguaggio giuridico e la terminologia da utilizzare.
  • Imparerai a realizzare un’argomentazione completa ed a svolgere correttamente il tuo elaborato.
  • Le correzioni, effettuate sul testo dell’elaborato, ti permetteranno di capire non solo gli errori di forma, ma anche quelli relativi all’argomentazione giuridica del caso sottoposto in esame.
  • Apprenderai le principali pronunce giurisprudenziali che potrebbero essere, con buone probabilità, oggetto delle prove d’esame.
  • Il costo del corso è di soli € 169,00. Tuttavia, i posti sono limitati. Dunque, se sei realmente interessato non perdere altro tempo ed iscriviti subito!

Per maggiori informazioni clicca sul link di seguito indicato: www.iurisetdeiure.it/corso-esame-avvocato-2022/

Oppure

Contattaci alla mail contact@iurisetdeiure.it

******************************