TRACCIA N. 9 (CIVILE)

Livello difficoltà    ★★★✩✩

Scrive, di suo pugno, la data sul testamento del fratello, mentre questi ne procede alla stesura.

Il testamento può ritenersi ugualmente valido?

Tizio decedeva senza lasciare alcun erede legittimario. Invero, il medesimo aveva esclusivamente tre fratelli: Caio, Mevio e Filano.

Peraltro, Tizio aveva redatto un testamento lasciando come erede universale Caio.

Tuttavia, Caio, durante la redazione del testamento, aveva apposto sullo stesso la data ed il luogo.

Dunque, il medesimo, dopo il decesso di Tizio, notificava il detto testamento a Mevio e Filano.

Questi notavano che la grafia utilizzata per l’indicazione della data e del luogo si presentava diversa rispetto al resto del testo.

Pertanto, decidono di recarsi da un avvocato per ricevere delucidazioni sulla questione.

Il candidato, assunte le vesti del legale di Mevio e Filano, rediga un parere motivato, verificando se possa ritenersi valido il testamento redatto da Tizio.

SOLUZIONE SOMMARIA

In primo luogo, si deve evidenziare che i legittimari sono quelle persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità ex artt. 457 e 549 c.c.

In particolare, i legittimari, ai sensi dell’art. 536 c.c., sono il coniuge, i figli legittimi, i figli naturali, gli ascendenti legittimi.

Dunque, i familiari del “de cuius” che non rientrano tra i legittimari (come ad esempio i fratelli) possono essere esclusi dall’eredità tramite la redazione di un testamento.

Fatta questa breve premessa, occorre evidenziare che nel caso in esame, il testamento redatto da Tizio recava l’aggiunta della data e del luogo di redazione operata da terzi.

In particolare, tali parole furono scritte da Caio durante la confezione del negozio testamentario.

Orbene, dal combinato disposto degli articoli 602 e 606 c.c., si ricava che il testamento olografo è nullo quando manca l’autografia o la sottoscrizione del testatore.

Invero, l’articolo 602 c.c. prescrive che il testamento olografo deve avere la data (“giorno, mese e anno”) scritta di pugno dell’autore delle disposizioni testamentarie.

L’omessa o l’incompleta indicazione della data comporta l’annullabilità del testamento olografo, la quale può essere fatta valere nel termine di cinque anni dalla data in cui le disposizioni testamentarie hanno avuto esecuzione da chiunque vi ha interesse (Cass. Sez. 2, 09/12/1988, n. 6682; Cass. Sez. 2, 08/06/2001, n. 7783).

Se, però, la data del testamento olografo non sia stata omessa, e risulti piuttosto, come nel caso in esame, apposta per intervento di un terzo durante la redazione di esso, il testamento non è annullabile, ma nullo per difetto di complessiva autografia.

Invero, la complessiva autografia va esclusa ogni qual volta un terzo abbia scritto una sola parola durante la confezione del negozio “mortis causa”.

Difatti, la validità del testamento olografo esige l’autografia non solo della sottoscrizione, ma anche della data e del testo del documento, e, pertanto, deve essere esclusa quando tale data o testo risultino in tutto od in parte opera pure di altra persona (cosi’ Cass. Sez. 2, 10/09/2013, n. 20703; Cass. Sez. 2, 24/04/2009, n. 9905; Cass. Sez. 2, 07/07/2004, n. 12458, Cass. Sez. 2, 10/07/1991, n. 7636).

Soltanto ove sia accertato che l’alterazione di un testamento olografo da parte di terzi sia avvenuta dopo l’integrale redazione di esso da parte del testatore, il negozio conserva il suo valore, sempre che la stessa alterazione non sia tale da impedire l’individuazione dell’originaria, genuina volontà che il testatore abbia inteso manifestare nella relativa scheda (così Cass. Sez. 2, 03/11/2008, n. 26406).

Nel caso in esame, la data ed il luogo di formazione del testamento olografo redatto da Tizio erano frutto di un’inserzione attuata da Caio nel corpo delle disposizioni testamentarie durante la redazione di esso.

Pertanto, in ragione di tale ingerenza sulla scrittura del testatore l’intero negozio si deve ritenere nullo.

******************************

Vuoi superare l’esame di abilitazione ed apprendere un metodo logico-giuridico che ti permetta di redigere correttamente gli atti ed i pareri?

  • Iscriviti al corso di preparazione intensivo “Iuris et de iure”.
  • Le correzioni personalizzate di atti e pareri ti aiuteranno a migliorare il linguaggio giuridico e la terminologia da utilizzare.
  • Imparerai a realizzare un’argomentazione completa ed a svolgere correttamente il tuo elaborato.
  • Le correzioni, effettuate sul testo dell’elaborato, ti permetteranno di capire non solo gli errori di forma, ma anche quelli relativi all’argomentazione giuridica del caso sottoposto in esame.
  • Apprenderai le principali pronunce giurisprudenziali che potrebbero essere, con buone probabilità, oggetto delle prove d’esame.
  • Il costo del corso è di soli € 169,00. Tuttavia, i posti sono limitati. Dunque, se sei realmente interessato non perdere altro tempo ed iscriviti subito!

Per maggiori informazioni clicca sul link di seguito indicato: 

https://www.iurisetdeiure.it/corso-esame-avvocato-2021/

Oppure

Contattaci alla mail contact@iurisetdeiure.it

******************************